L’USO DELL’INFORMATIVA COME SUPPORTO PER I DSA

Standard

Il principale indicatore di efficacia per avere una diagnosi sui Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) è la precocità dell’intervento, per questo motivo è necessario uno strumento di screening in grado di individuare i casi di sospetto di DSA già durante le prime fasi di apprendimento della letto-scrittura. Lo screening si basa su test informatici che servono per captare le abilità cognitive e per predire le difficoltà di letto-scrittura dei bambini e dei ragazzi, prima che passi troppo tempo e non diventi inefficace intervenire. Questi test sono stati creati inizialmente in Inghilterra per poi essere utilizzati in tutta Europa.

CoPs (Cognitive Profiling System), un sistema computerizzato di valutazione psicometrica per bambini in età compresa tra i 4 e gli 8 anni, permette di fare una diagnosi su un disturbo di dislessia, disortografia, disgrafia o discalculia (DSA). CoPs, è costituito da test informatici riguardanti le abilità cognitive che possono prevedere il disturbo della dislessia attraverso una situazione accattivante di gioco.

 Questi test informatici uniti insieme a strumenti informatici di ausilio per l’apprendimento (software didattico, scanner, sintetizzatore vocale,…), portano i bambini e i ragazzi che soffrono di DSA ad un importante collaborazione tra metodo verbale e tecniche di memorizzazione del canale visivo .

 Uno dei maggiori problemi presenti nei soggetti che soffrono di DSA, è la mancanza di autonomia nell’apprendimento, la quale porta i soggetti ad una disistima e ad un insuccesso formativo.

Per raggiungere l’autonomia formativa occorrono:

  1. adeguati strumenti compensativi ed ausiliari;

  2. una buona motivazione;

  3. un ambiente favorevole e stimolante.

L’informatica si presta in maniera specifica a supportare tali caratteristiche. Le principali ragioni che hanno portato il computer ad avere questo enorme successo sono:

  • Velocità

  • Memoria

  • Estetica

  • Riproducibilità

  • Rielaborabilità

  • Scambio

Il computer è per sua natura veloce, memorizza grandi quantità di dati e permette di creare documenti riproducibili, rielaborabili, ben impaginati, di facile reperibilità e di facile scambio. Inoltre, si limita ad applicare delle regole in maniera veloce e corretta, non è in grado di prendere l’iniziativa né di fare cose per cui non è stato programmato.

 L’informatica quindi, rappresenta un’insostituibile opportunità per chi soffre di DSA, consente un completo utilizzo delle abilità integre, quali l’intelligenza e la fantasia. Il computer permette anche un vantaggio di tipo psicologico che aumenta la sicurezza e la fiducia nei soggetti che hanno Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) e l’informatica assume infatti un ruolo primario per dare la possibilità di costruire percorsi didattici compensativi e abilitativi.

 Il computer non viene vissuto come una “protesi per diversamente abili”, cosa che avviene spesso per gli ausili didattici tradizionali come le schede di recupero o i libri di testo facilitati; al contrario, viene visto come uno strumento usato dai “grandi”, quindi come qualcosa che contribuisce a mantenere l’autostima a livelli adeguati. Il computer, permettendo la realizzazione e l’utilizzo di strumenti multimediali ed interattivi, viene visto anche come un mezzo per giocare e può assumere quindi un ruolo estremamente motivante.

Gli strumenti compensativi-informatici, per facilitare i soggetti con DSA

Ecco alcuni esempi di strumenti compensativi informatici:

  • il libro con audiocassetta o cd-rom:è costituito da favole raccontate da un lettore che possono essere seguite su libri illustrati: in questo modo il bambino rinforza le competenze fonologiche e lessicali attraverso un’esposizione “facilitata” e piacevole alla lettura .

  •  il libro parlato: è costituito da testi tradotti in audio e quindi i soggetti con DSA possono accedere al contenuto testuale attraverso l’ascolto. Il libro parlato può essere definito anche come un libro elettronico(e-book) dotato di sintesi vocale.Questo dispositivo permette di sostituire il formato cartaceo del libro con il formato digitale del libro elettronico.

  • dispositivi software e hardware: elaboratore di testi, sintesi vocale, riconoscitore vocale, traduttore automatico, calcolatrice dotata di sintesi,internet, enciclopedie multimediali e dizionari on line, ecc

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...